Oggi nell’orto ho incontrato…

Lumia di Fanny_20140215_011

Diciamoci la verità.. L’orto d’inverno fa un po’ tristezza: un po’ trascurato, tutto infreddolito, misero e poco colorato rispetto alla rigogliosa prospettiva estiva. In inverno pretendere di trovare abbondanza di verdure nell’orto è un po’ come voler incontrare i lucchesi in centro città dopo le 21. Oggi sono andata a far visita al nostro orticello, per raccogliere le forti verdurine invernali e ho trovato: Cavolo Nero, Broccoli, Borragine, Insalatina amara (verde e rossa), Cipolline, Prezzemolo. Possedere un orto è un privilegio che dona l’immagine esatta di quali verdure ci suggerisce la natura per ogni stagione, tuttavia anche chi non ha spazio e tempo per curare un orticello può seguire la stagionalità degli alimenti, basta solo un po’ di attenzione. Innanzitutto il consumo di frutta e verdura biologica ci assicura una dieta sana e attenta, poiché la legislazione che regola le coltivazioni bio vieta l’uso di conservanti. Questo significa che le colture non assorbono sostanze chimiche dannose per la nostra salute, che le verdure vengono raccolte senza forzare la crescita delle piante e che i prodotti contengono molte più vitamine, proteine e fibre. I prodotti fuori stagione devono essere coltivati in serra, attraverso concimazioni chimiche forzate, conservati poi in luoghi dove l’illuminazione e la temperatura sono alterate unicamente per mantenere in vita frutta e verdura che risulteranno belle esteticamente ma ormai prive di sapore, sali minerali e nutrienti.

Conosciamo meglio gli ortaggi da preferire in questo periodo e le loro proprietà benefiche principali.

CAVOLO NERO

Il cavolo nero è famoso soprattutto per la preparazione della “ribollita”, la tipica minestra toscana. Il cavolo nero è ricchissimo di sostanze antiossidanti (arresta i processi infiammatori, migliora quelli digestivi e possiede importanti proprietà di prevenzione antitumorale), sali minerali e vitamine, in particolare la C utile contro virus, dolori e stati di raffreddamento durante l’inverno. Il cavolo nero, che ha un sapore più deciso rispetto agli altri cavoli, si può anche aggiungere crudo alle insalate: ne basta una foglia sola, affettata finissima, abbinata a rucola e radicchio e condita con olio d’oliva e succo di limone, per ottenere un contorno altamente depurativo per il fegato e l’apparato renale.

BROCCOLI

I broccoli sono ortaggi ricchi di sali minerali come calcio, ferro, fosforo e potassio. Contengono anche la vitamina C, le vitamine B1 e B2, fibra alimentare (sono indicati in caso di stitichezza) e il sulforafano, una sostanza  che previene la crescita di cellule cancerogene. I broccoli sono ottimi cotti, ma non troppo, l’ideale è una leggera cottura al vapore, si possono utilizzare per condire primi piatti, come contorno e nel ripieno delle torte salate.

BORRAGINE

La borragine contiene una buona quantità di vitamine, in particolare la vitamina C e di minerali, soprattutto il potassio. Possiede proprietà terapeutiche: l’infuso di fiori di borragine viene usato soprattutto contro la tosse e come espettorante; ha inoltre proprietà rilassanti e effetti depurativi e diuretici. La borragine presenta tanti fiori a cinque petali, solitamente di colore blu, anch’essi commestibili. La borragine è forse più usata in infusi e tisane che in cucina, ma è in realtà un vegetale molto versatile che si presta a diverse preparazioni culinarie. Le foglie fresche e i germogli sono un ottimo ingrediente per insalate miste e possono essere utili per arricchire minestroni e zuppe. Gli steli della borragine solitamente vengono fritti.

PREZZEMOLO

Il prezzemolo viene usato nella preparazione di moltissimi piatti, non a caso il detto recita “sei sempre in mezzo come il prezzemolo”… Esistono due tipi diversi di prezzemolo, quello a foglie lisce, più aromatico, e quello a foglie ricce. Il prezzemolo, grazie all’abbondanza di sali minerali è un ottimo diuretico, è utile come integratore dopo l’attività fisica e per la cura di anemie e stati di stanchezza cronica. Il prezzemolo fresco può essere conservato tenendo i gambi in acqua in un vasetto per alcuni giorni oppure in frigo avvolto in un panno all’interno di un sacchetto di plastica si può conservare fino ad un paio di settimane. Il prezzemolo è ottimo per dare un tocco in più alla presentazione dei vostri piatti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...